Polizza Vita Tradizionale

La polizza Vita tradizionale, definita anche di “RAMO I”, investe i capitali dei Clienti che la sottoscrivono in una particolare gestione finanziaria chiamata Gestione Separata. Tale gestione è creata dalla Compagnia Assicurativa.

Si chiama Gestione Separata in quanto il patrimonio in gestione è separato da ogni altro patrimonio della Compagnia: questo criterio crea una distinzione netta dei patrimoni. La gestione separata realizzata per conto dei clienti rende questi ultimi   gli unici a poter incassare in controvalore investito.
L’obiettivo primario della Gestione Separata è quello di ottenere un RENDIMENTO STABILE nel tempo. Il patrimonio della Gestione Separata è investito in titoli che, fino a quando rimangono all’interno della Gestione e non vengono venduti, sono valorizzati al prezzo a cui sono stati inizialmente acquistati (è il cosiddetto. criterio di contabilizzazione a “valore storico”).

Il valore cambia grazie ai rendimenti (per esempio, le cedole incassate) che vengono generati dai titoli in portafoglio e che fanno aumentare valore alla Gestione Separata. Il valore cambia anche quando il titolo viene venduto: la differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita si trasferirà sul valore della Gestione Separata, generando un guadagno o una perdita. Sta quindi all’attività del gestore selezionare in modo attento i titoli in cui investire.
Si mira ad ottenere rendimenti stabili e continui nel tempo per trasferire sicurezza e tranquillità all’investitore.

Vincoli d’investimento

L’ IVASS (Organo di vigilanza del settore assicurativo) pone dei vincoli riguardanti l’attività di gestione imponendo ai patrimoni delle Gestioni Separate investimenti solo in titoli (prevalentemente Titoli di Stato e Obbligazioni) che rispettino l’esigenza di garantire la sicurezza, la redditività e la liquidità degli investimenti.

A questi vincoli si aggiungono anche gli impegni che la Compagnia ha preso verso i Clienti.

L’attività di gestione deve, quindi, essere professionale ed attenta, in modo da coniugare il rispetto dei vincoli con la ricerca del rendimento.

Vantaggi Assicurativi

Nessuna imposta di bollo sulla parte investita nella Gestione Separata

Differimento della tassazione sui rendimenti al momento della liquidazione del capitale

Insequestrabilità e impignorabilità (salvo i casi previsti dalla legge)

Libertà di scelta del Beneficiario (ovvero della persona alla quale destinare il capitale in caso di decesso dell'Assicurato)

L'opportunità di convertire il capitale in una rendita vitalizia, anche reversibile

Nessuna imposta di successione per il Beneficiario, poiché il capitale previsto in caso di morte dell'Assicurato non rientra nell'asse ereditario.

Richiedi InformazioniVuoi avere maggiori informazioni su questo specifico argomento? Compila il modulo sottostante e verrai ricontattato dal nostro team.

Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa Privacy rilasciata ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento UE 2016/679 e rilascio il mio consenso al trattamento dei Dati Personali *